Crea sito

Tag Archive for cinquantenario

ASTERIX FESTEGGIA I SUOI 50 ANNI

fr dic09 asterix

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cinquantenario della creazione di Asterix

FRANCIA

03-12-2009

Formato:   26 x 40 mm; foglio di 50 francobolli.

Metodo di stampa:   rotocalcografia.

Tematica:   cartoons e comics.

Valore in euro:   0,56.

 

Il 29 ottobre 2009 Asterix e i suoi compagni d’avventura hanno compiuto 50 anni e per l’occasione la posta francese ha emesso una serie celebrativa per rendere omaggio a uno dei personaggi più famosi del mondo dei fumetti e dei cartoni animati. “Asterix il gallico” è apparso per la prima volta il 29 ottobre 1959 sul giornale Pilote, grazie alla penna di René Goscinny e alla matita di Albert Uderzo, e da quel giorno è stato un successo strepitoso ed inossidabile: più di 325 milioni di albi venduti nel mondo e tradotti in 107 lingue differenti, numerosi cartoni animati, films di grande successo, fan clubs sparsi ovunque e milioni di appassionati di tutte le età. I protagonisti principali del fumetto sono Asterix, l’astuto e piccolo guerriero qui riprodotto nel francobollo, l’inseparabile e possente amico Obelix, il cane Idefix e il druido del villaggio Panoramix. Per un maggior approfondimento sui personaggi, la storia e gli albi della famosa saga a fumetti, potete visitare l’interessante sito dedicato al piccolo eroe baffuto:  www.asterixweb.it

CONSIDERAZIONI:   emissione doverosa, ma un po’ tardiva considerando l’importanza monumentale di Asterix specialmente in Francia e nei paesi francofoni.

L’ANTARTIDE, UN’ “OASI” BIANCA DA SALVAGUARDARE

taaf trattato dic09

 

 

 

 

 

 

 

 

TAAF – 50 ans du traité sur l’Antarctique

FRANCIA

02-12-2009

Formato:   28 x 48 mm; foglio di 25 francobolli.

Tematica:   trattato internazionale.

 

Ricollegandoci al tema della tutela ambientale e alla conferenza di Copenaghen tuttora in corso, è importante ricordare la celebrazione dei 50 anni del trattato internazionale sull’Antartide. Il 1° dicembre 1959 a Washington 12 nazioni siglarono per la prima volta un trattato riguardante quest’immensa terra polare: Africa del Sud, Argentina, Australia, Cile, U.S.A., Francia, Giappone, Norvegia, Nuova Zelanda, Regno Unito, Russia, Belgio furono i paesi coinvolti nelle ricerche scientifiche durante l’anno geofisico internazionale del 1957/58 (AGI), cui seguì la firma del trattato che entrò in vigore ufficialmente nel 1961. Ad oggi sono in tutto 47 i paesi che hanno aderito a questo storico trattato che ha di fatto congelato le rivendicazioni territoriali a sud del 60° parallelo sud, promuovendo unicamente le attività pacifiche e la ricerca scientifica e meteorologica al fine di preservare la natura incontaminata del continente bianco. In sintesi il trattato pone l’Antartide sotto una giurisdizione internazionale, sancisce la completa smilitarizzazione del continente e riconosce la spartizione in zone d’influenza che si era verificata precedentemente. Punto fondamentale del trattato è la protezione dell’ambiente in termini di conservazione della fauna e della flora marina e di tutela globale degli ecosistemi di una “riserva naturale consacrata alla pace e alla scienza”.

Il Territorio delle Terre Australi e Antartiche Francesi (TAAF) è stato costituito nel 1955 ed è composto da 5 distretti amministrativi rappresentati dagli isolotti disabitati situati nel canale di Mozambico (Isole Sparse), dalle isole della zona sub-antartica a sud dell’Oceano Indiano (St. Paul et Amsterdam, Crozet, Kerguelen) e da una porzione del continente antartico (la Terra Adelia) dove è localizzata la base Dumont d’Urville. I distretti sono sotto l’autorità di un amministratore superiore assistito da un consiglio consultivo di 13 membri e sono formalmente sotto la sovranità francese ma non fanno parte dell’U.E. La popolazione non è permanente, solitamente non supera le 500 unità (dipende dalla stagione) ed è costituita prevalentemente da personale scientifico in missione e addetti militari assegnati alle varie basi.

SOGGETTO:   al centro la carta geografica dell’Antartide; ai lati 4 pinguini rappresentanti della fauna marina delle terre australi e antartiche, effettivi abitanti stanziali di questi territori.

CONSIDERAZIONI:   il francobollo che celebra il cinquantenario è valido unicamente alla partenza dai territori australi e antartici francesi, un motivo in più per collezionare questo valido esemplare.

I pinguini disegnati nella vignetta sono della specie Aptenodytes, di grandi dimensioni e con il becco lungo, nella fattispecie pinguini reali diffusi nelle isole sub-antartiche ovvero una varietà che non risulta a rischio di estinzione e che presenta colonie numerose nelle isole Kerguelen e nelle isole Crozet.

Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported License. Protected by Copyscape Online Plagiarism Tool Questo blog non rappresenta un prodotto editoriale o una testata giornalistica, ai sensi della legge 62 del 7/3/2001, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita.

filateliastamp è pubblicato sotto una licenza Creative Commons. E' vietato copiare gli articoli su altri siti o blog. E' ammessa la citazione parziale dei testi a condizione di attribuire e linkare la fonte a filateliastamp.

L'autore non si dichiara responsabile dei commenti lasciati nel blog dai vari visitatori. I commenti dal contenuto non idoneo alla pubblicazione verranno rimossi. I contenuti nei commenti e nei post non costituiscono dei pareri di consulenza professionale in quanto l'autore scrive a titolo personale in base ai propri studi, alle proprie ricerche ed analisi, alla propria esperienza.