Crea sito

L’UNESCO E GLI AMMUTINATI DEL BOUNTY

Tre interessanti francobolli sono stati emessi in questi giorni dall’amministrazione postale francese. Il 20 ottobre 2011 due valori dell’UNESCO, l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’educazione, la scienza e la cultura, presentano dei soggetti degni di rappresentare il patrimonio ambientale e naturale del nostro pianeta.

Il valore da € 0,77 è dedicato al cammello bactriano, come lo definì il noto naturalista svedese Linneo nel 1758, il mammifero ruminante con due gobbe originario dell’Asia centrale e diffuso nelle zone desertiche del continente asiatico. Animale forte e in grado di resistere alle temperature torride dei deserti e alle forti escursioni termiche, infaticabile e prezioso mezzo di trasporto delle popolazioni nomadi e dei mercanti che fin dai tempi più remoti lo utilizzavano per il commercio delle pregiate mercanzie provenienti dall’Asia orientale. Un doveroso tributo a una specie che ha avuto un ruolo storico importantissimo paragonabile al cavallo delle zone più temperate della terra, una specie considerata a rischio d’estinzione secondo i criteri dell’Unione Internazionale per la conservazione della Natura e quindi inserita nella lista delle specie protette. Questo animale si trova frequentemente raffigurato in molti francobolli della Mongolia dove è ancora possibile trovarlo allo stato selvatico nelle aree steppose del paese e nel famigerato deserto dei Gobi.

Il secondo francobollo raffigura uno scorcio del Milford Sound, una delle località naturali più visitate della Nuova Zelanda, un fiordo situato nell’isola meridionale di una bellezza sconvolgente circondato da montagne piuttosto alte che creano uno straordinario connubio tra paesaggio marino e montano. Il Milford Sound sicuramente ricorda il paesaggio di alcuni fiordi norvegesi e la cosiddetta ”ottava meraviglia del mondo”, come lo definì lo scrittore Kipling, è stata inclusa nel patrimonio mondiale dell’UNESCO insieme ai vicini parchi nazionali neozelandesi. Naturalmente la posta neozelandese ha più volte dedicato dei francobolli a questa attrattiva naturale e turistica come testimonia il valore Postage&Revenue del 1898.

Il francobollo della Polinesia Francese emesso il 19 ottobre celebra i 50 anni delle riprese del lungometraggio “Gli ammutinati del Bounty”: il film, uscito nel 1962, fu girato nelle isole della Polinesia soprattutto a Thaiti. La regia fu di Lewis Millestone con la straordinaria interpretazione di due colossi del cinema mondiale, Marlon Brando e Richard Harris. L’amministrazione postale che ha maggiormente ricordato le vicende del HMS Bounty è stata quella delle Isole Pitcairn: il francobollo del 1940 mostra l’effigie di Giorgio VI, il capitano William Bligh che con la sua condotta intransigente causò l’ammutinamento del secondo ufficiale Fletcher Christian e della ciurma, infine il vascello mentre fa rotta proprio verso l’inaccessibile Pitcairn per sfuggire alla giustizia britannica. Gli attuali abitanti delle isole sono i discendenti degli ammutinati inglesi e delle donne polinesiane che nel 1789 si rifugiarono a Pitcairn.

I commenti sono chiusi.

Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported License. Protected by Copyscape Online Plagiarism Tool Questo blog non rappresenta un prodotto editoriale o una testata giornalistica, ai sensi della legge 62 del 7/3/2001, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita.

filateliastamp è pubblicato sotto una licenza Creative Commons. E' vietato copiare gli articoli su altri siti o blog. E' ammessa la citazione parziale dei testi a condizione di attribuire e linkare la fonte a filateliastamp.

L'autore non si dichiara responsabile dei commenti lasciati nel blog dai vari visitatori. I commenti dal contenuto non idoneo alla pubblicazione verranno rimossi. I contenuti nei commenti e nei post non costituiscono dei pareri di consulenza professionale in quanto l'autore scrive a titolo personale in base ai propri studi, alle proprie ricerche ed analisi, alla propria esperienza.