Crea sito

Archive for settembre, 2011

LA NATURA DELLE ISOLE ALAND

Il 28 settembre 2011 è prevista l’emissione di due francobolli dedicati alla bellezza dei paesaggi naturali delle Isole Aland, provincia autonoma della Finlandia con una popolazione di lingua svedese. L’arcipelago con le sue 300 isole è situato nel Golfo di Botnia tra le coste della Finlandia e della Svezia e lo statuto speciale che garantisce la sua autonomia amministrativa prevede la possibilità di poter disporre di una propria amministrazione postale e di poter emettere propri francobolli sin dal 1984.

Particolarmente interessanti risultano questi due valori il cui soggetto esalta il carattere puro e incontaminato della natura delle Aland: il primo valore si riferisce alla municipalità di Kokar, un gruppetto di isole situate a sud-est dell’arcipelago. La suggestiva foto ritrae uno splendido tratto della costa presso la località di Hamno dove fu eretto un monastero francescano nel XV sec. e dove oggi è possibile visitare la chiesa settecentesca di Sant’Anna proprio accanto alle rovine del monastero. L’altro valore si riferisce alla municipalità di Jomala presso il villaggio di Hammarudda situato nell’isola principale di Fasta Aland e poco distante dalla capitale Mariehamn. Qui è possibile ammirare uno dei più spettacolari paesaggi marini dell’arcipelago. Il design dei francobolli è di Andy Horner (Kokar) e Kjell Soderlund (Jomala), la stampa a cura del Lowe Martin Group.

GLI ORI MONDIALI DI “LIZZ” GOERGL

Il 24 settembre 2011 la posta austriaca dà un doveroso tributo ad una delle sciatrici più forti attualmente a livello mondiale, un francobollo dedicato all’atleta Elisabeth “Lizz” Goergl e allo sci alpino in generale che si può indubbiamente considerare lo sport nazionale dell’Austria.

Nata a Bruck an der Mur in Stiria, dopo aver conquistato due medaglie di bronzo ai Giochi Olimpici Invernali di Vancouver nel 2010, Lizz è “esplosa” ai Campionati mondiali di sci alpino di Garmisch-Partenkirchen in Germania nel febbraio del 2011 vincendo ben due medaglie d’oro nel supergigante e in discesa libera e riuscendo a battere le fortissime sciatrici statunitensi. Atleta versatile e polivalente, la trentenne sciatrice austriaca potrebbe ancora regalare una prestigiosa vittoria alla propria nazione alle prossime Olimpiadi Invernali di Soci nel 2014. Il francobollo da 0,62 € mostra una spettacolare immagine della sciatrice durante il SuperG con la dicitura celebrativa relativa ai due ori dei mondiali tedeschi su quattro complessivamente vinti dall’Austria che è arrivata prima nel medagliere per nazioni. Design di David Gruber, stampa in offset e tiratura di 300.000 esemplari.

“IL PIANISTA” IN CARTOLINA

La posta polacca ha emesso in data 16 settembre 2011 una cartolina commemorativa che ci ricorda il centesimo anniversario della nascita del compositore e abile pianista Wladyslaw Szpilman, nato a Sosnowiec vicino a Cracovia nel dicembre del 1911. La cartolina mostra un’immagine del musicista sorridente al piano, tra note musicali e tasti del pianoforte si trova il francobollo di 1,55 zloty che ritrae una celebre foto di Szpilman. Le dimensioni sono di 148 x 105 mm, la tiratura è di 34.000 copie.

Di religione ebraica, studiò musica e pianoforte a Varsavia e a Berlino, grande esecutore dei capolavori di Chopin e compositore di eccellenti opere musicali, lavorò per la radio polacca ma la sua carriera fu bruscamente interrotta dall’invasione tedesca della Polonia che lo portò direttamente al Ghetto di Varsavia. Riuscì più volte a scampare alla deportazione nei campi di sterminio nazisti e le sue vicissitudini sono sapientemente narrate dal libro autobiografico pubblicato nel 1946. La riedizione e la riscoperta di questo libro posero le basi per la realizzazione del bellissimo film di Roman Polanski “Il Pianista” il cui protagonista è interpretato dall’attore Adrien Brody. La splendida carriera di Szpilman come musicista e compositore continuò anche nel dopoguerra fino alla morte avvenuta nel 2000 a Varsavia.

LA SAGA ISLANDESE DI NJALL

Il 15 settembre 2011 viene emesso un importante foglietto che celebra i mille anni dagli eventi raccontati nella saga islandese del rogo di Njall o Brennu-Njals Saga ovvero uno dei capolavori della produzione letteraria mediavale dell’isola nordica. Questa opera è considerata sicuramente la più importante tra le numerose saghe del medioevo perlopiù di autore ignoto e tramandate grazie alla memoria collettiva ed orale del popolo islandese che è sempre stato molto fiero delle proprie tradizioni storiche e della propria cultura.

Scritta nel XIII sec., la saga è ambientata tra il X e l’XI sec. nell’Islanda sud-orientale, presenta numerosi elementi di veridicità storica e narra principalmente le faide di sangue intercorse tra le varie comunità che popolavano l’isola, la conversione dell’Islanda al cristianesimo, l’arcaico sistema di leggi e consuetudini che aveva lo scopo di porre fine alle faide e aggregare le varie famiglie. La parte più importante dell’opera è quella rievocata dall’emissione ossia il rogo della dimora del protagonista Njall a Bergborshvoll come evento supremo e drammatico della faida in questione: qui trovano la morte il saggio Njall, sua moglie e i tre figli che avevano ucciso il fratello adottato dal padre, Hoskhuldur. Il genero Kari riesce a scampare al massacro e si attiva subito per vendicarsi contro la famiglia della vedova di Hoskhuldur che aveva causato il rogo. Alla fine ci sarà una completa riconciliazione tra le due famiglie che pone fine alla sanguinosa faida. Il foglietto con i tre francobolli presenta l’episodio tragico di questa saga medievale: l’assedio di circa 100 guerrieri al comando di Flosi, la morte di Njall e della sua famiglia nel rogo, la fuga di Kari…. Questa opera letteraria è considerata essenziale per poter capire la cultura e la storia degli islandesi e dei vichinghi durante l’Alto Medioevo. Il disegno del foglietto è di Kristin Ragna Gunnarsdottir.

LA STORIA DELLA NAZIONALE SPAGNOLA DI CALCIO

Il 19 settembre 2011 la posta spagnola metterà in vendita due interessanti foglietti composti da 5 valori e 1 vignetta ciascuno che ripercorrono la storia della nazionale di calcio di Spagna dal 1900 al 2010. Dopo le grandi vittorie della selezione rossa e i successi internazionali del Barcellona in questi ultimi anni, occorreva offrire un tributo postale al calcio spagnolo che risulta essere indubbiamente quello più spettacolare e vincente al momento attuale. A questo proposito i giocatori più rappresentativi del calcio spagnolo sono stati sapientemente ritratti in questi 10 francobolli da 0,80 € tenendo conto di alcuni eventi importanti e significativi che hanno dato lustro a tutto lo sport iberico per più di un secolo. Il foglietto che racconta la storia più recente e probabilmente più conosciuta della selezione spagnola pone in risalto personalità importanti come Iniesta e Torres e i successi guadagnati sul campo alle Olimpiadi di Barcellona del 1992, nel campionato europeo del 2008 e infine nei mondiali sudafricani del 2010. Ma è sicuramente più interessante ripercorrere la storia dei primi 70 anni dove furono poste solide basi affinchè la Spagna potesse diventare l’attuale detentrice dei titoli europeo e mondiale.

Il primo francobollo presenta i felici anni ’20 con Pichichi, il soprannome attribuito al calciatore basco dell’Athletic Bilbao Rafael Moreno Aranzadi che portò la selecciòn ad aggiudicarsi la medaglia d’argento ai Giochi Olimpici del 1920 che si svolsero in Belgio. In suo onore ogni anno viene conferito il “Premio Pichichi” al miglior cannoniere della Liga spagnola e l’ultimo giocatore che si è aggiudicato questo trofeo è stato il portoghese Cristiano Ronaldo del Real Madrid.

L’esemplare relativo agli anni ’30 mostra il grande portiere catalano Ricardo Zamora, una leggenda del calcio spagnolo, imbattuto per ben 21 partite giocate con la nazionale, anch’egli presente nella rosa che partecipò alle Olimpiadi di Anversa del 1920. In suo onore venne istituito il “Trofeo Zamora” che ogni anno viene assegnato al miglior portiere della massima divisione spagnola.

Il valore relativo agli anni ’40 presenta il formidabile attaccante basco Zarra, bandiera dell’Atletico Bilbao, 20 presenze in nazionale e quarto ai mondiali brasiliani del 1950 dove segnò 4 gol. In suo onore il “Trofeo Zarra” viene conferito ogni anno al miglior marcatore spagnolo del campionato.

Il francobollo una excelente delantera ricorda i gloriosi anni ’50 con cinque giocatori che hanno fatto la storia del calcio mondiale: Miguel, forte attaccante dell’Atletico Madrid, giocò nella selecciòn 16 incontri. Kubala, di origine slovacca e nato a Budapest, fuggì dall’Ungheria comunista e dopo una breve parentesi italiana si trasferì nella Spagna di Franco dove ottenne la nazionalità giocando per molti anni nel Barcellona. Grande giocatore, realizzatore di tanti gol nelle file degli azul-grana, dal 1953 vestì la casacca rossa della selecciòn delle furie rosse. Alfredo di Stefano, il prodigioso attaccante italo-argentino naturalizzato spagnolo, la bandiera del Real Madrid con oltre 300 gol realizzati, giocò anche con la selecciòn dal 1957. Luisito Suarez, il forte centrocampista del Barcellona e dell’Inter di Helenio Herrera, vincitore di numerosi titoli, con la nazionale vinse i campionati europei del 1964 battendo in finale l’Unione Sovietica. Infine Francisco Gento, leggendario centrocampista del Real Madrid vincitore di ben 6 coppe dei campioni, 43 presenze nella selecciòn.

Il valore degli anni ’60 mostra un celebre gol di Marcelino, forte attaccante del Real Saragozza, vincitore degli europei spagnoli del 1964 dove nella finale di Madrid contro l’URSS segnò di testa la rete decisiva per la conquista del titolo.

Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported License. Protected by Copyscape Online Plagiarism Tool Questo blog non rappresenta un prodotto editoriale o una testata giornalistica, ai sensi della legge 62 del 7/3/2001, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità predefinita.

filateliastamp è pubblicato sotto una licenza Creative Commons. E' vietato copiare gli articoli su altri siti o blog. E' ammessa la citazione parziale dei testi a condizione di attribuire e linkare la fonte a filateliastamp.

L'autore non si dichiara responsabile dei commenti lasciati nel blog dai vari visitatori. I commenti dal contenuto non idoneo alla pubblicazione verranno rimossi. I contenuti nei commenti e nei post non costituiscono dei pareri di consulenza professionale in quanto l'autore scrive a titolo personale in base ai propri studi, alle proprie ricerche ed analisi, alla propria esperienza.